Descrizione Progetto

Un mattone per ricominciare

Il Progetto prevede la riqualificazione della Casa di Accoglienza Saint Joseph a Bukavu, nella Repubblica Democratica del Congo. 

La Casa si trova in uno dei quartieri più disagiati nella periferia di Bukavu e accoglie ragazze sopravvissute a violenza sessuale con i loro bambini. Nella cultura locale, una ragazza che resta incinta, anche se a causa di violenza, viene allontanata dalla casa perché ritenuta uno scandalo per la famiglia. Difficilmente potrà trovare un compagno e un lavoro, per cui l’unica possibilità di sopravvivenza viene fornita dalla prostituzione, con tutte le problematiche conseguenti.

Il progetto ha previsto l’ampliamento dei servizi erogati dal centro di accoglienza, inserendo la parte di formazione professionale: è così nato ad fine 2018 il “Centro Professionale Crai – Okapia”, che ha coinvolto fino ad oggi oltre 100 beneficiari tra ragazze e bambini di Bukavu e dintorni, di età compresa tra i 13 e i 20 anni. Le ragazze accolte hanno potuto avere così una formazione di base da una formatrice reclutata localmente e inoltre, grazie alla costruzione di due piccole sale con accesso diretto sulla strada, le ragazze potranno esercitare le professioni di parrucchiere e sarte, sia come tirocinio che come attività lavorativa.

Il progetto prevede ad oggi il monitoraggio delle allieve che hanno terminato il corso da parte di Okapia e del personale del Centro Saint Joseph e una sistemazione delle sale su strada, i cui lavori si sono interrotti durante la pandemia da Covid-19. L’obiettivo è quello di renderle agibili e avviate al termine del 2022. Il personale del Centro Saint Joseph farà ripartire a breve i lavori e quotidianamente continuerà a fornire l’adeguato supporto correttivo in caso di necessità.

Dona ora

COSA PUOI FARE TU

Puoi donare o partecipare, collaborare con noi.

PARTECIPARE
DONARE